Green Economy

Eco-innovazioni e Green Economy | concetti e opportunità

Pubblicato il 11 December 2014 | Da : | Categoria : Green Economy |

 

Cos’è una eco-innovazione?

Si definisce eco-innovazione qualsiasi forma di innovazione in grado di raggiungere un uso più efficace delle risorse naturali, di limitare gli impatti negativi sull’ambiente, o di aumentare la resistenza alle pressioni ambientali.

Ciò che distingue un’eco-innovazione dalle altre innovazioni è il fatto di generare risultati positivi non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello ambientale. Vantaggi ambientali possono essere, ad esempio, la riduzione dei consumi di energia o acqua, il risparmio di materie prime naturali come minerali, metalli, suolo; la riduzione degli inquinanti prodotti o delle emissioni di CO2 (l’anidride carbonica, il principale gas coinvolto nel cambiamento climatico), solo per citarne alcuni.


Quali vantaggi comporta?

I risultati e le opportunità per le imprese legate alle eco-innovazioni sono valutati considerando l’intero ciclo di vita del prodotto, ovvero il percorso di attività che inizia con l’approvvigionamento delle materie prime, prosegue con la realizzazione, il trasporto, l’utilizzo ed infine termina con lo smaltimento o il recupero finale.

Lungo questo ciclo di vita, all’interno del quale vengono prodotti numerosi impatti, una eco-innovazione produce potenzialmente un aumento della produttività delle risorse (eco-efficienza), in quanto offre la possibilità di realizzare beni e servizi utilizzando meno materie prime naturali, ed allo stesso tempo riduce i costi economici e ambientali legati alla gestione dei prodotti di scarto, come sostanze inquinanti, rifiuti, emissioni.

Ma le opportunità sono più ampie: la possibilità di competere in mercati “a domanda green, di generare innovazione sostenibile, di migliorare la reputazione e l’immagine dell’azienda, di creare nuova occupazione con la attivazione di posti di lavoro legati a mestieri Green (Green Jobs), sono alcuni esempi di ricadute positive legate a questo tipo di miglioramenti.


Come si fa eco-innovazione?

I livelli di applicazione possono essere diversi: un’eco-innovazione può essere rappresentata da un nuovo prodotto, oppure può riguardare l’intero processo produttivo che porta alla sua realizzazione; ancora, può interessare il modello gestionale-organizzativo che orienta l’attività dell’impresa nel suo complesso. Infine, ampliando la prospettiva, l’eco-innovazione può anche interessare la filiera produttiva cui l’organizzazione appartiene, un intero distretto industriale o un’area territoriale.

Più ampia è la portata dell’eco-innovazione, maggiori saranno gli effetti positivi di riduzione degli impatti ambientali: per questo, sono di grande importanza le cosiddette eco-innovazioni di sistema e le eco-innovazioni “di rottura”, che portano a cambiamenti su larga scala di interi modelli produttivi e organizzativi, coinvolgendo più soggetti e combinando vari tipi di altre eco-innovazioni (di prodotto, processo, gestionali).

In quest’ottica, una delle caratteristiche essenziali delle eco-innovazioni, è quella di essere uno strumento di tipo trasversale: non sono cioè appannaggio di determinati settori o professionalità specifiche, ma danno i risultati più efficaci quando coesistono diversi approcci e prospettive e quando riescono a collaborare professionalità e competenze diverse, per affrontare problemi complessi in modo multi-settoriale.

 

Eco-innovazioni e Green Economy

Le eco-innovazioni rappresentano uno dei molti strumenti nella “cassetta degli attrezzi” della Green Economy, un approccio economico basato sulla crescita e sul mercato, ma in grado di conservare il valore del capitale naturale e la disponibilità delle risorse, e di ridurre al contempo la povertà e la disparità sociale.

A sua volta la Green Economy, indicata da molti governi ed organizzazioni internazionali come una delle possibili vie d’uscita dalla crisi economica, può essere considerata l’applicazione concreta al sistema economico di quella che è la filosofia più generale dello Sviluppo Sostenibile, cioè un modello di sviluppo che sia in grado di soddisfare le necessità presenti, senza però compromettere la possibilità di soddisfarle da parte delle generazioni future. Per realizzare una Green Economy, oltre alle eco-innovazioni, è necessario un mix di strumenti-interventi che comprende politiche economiche in grado di orientare gli investimenti verso la ricerca e lo sviluppo di prodotti e  tecnologie eco-efficienti, normative di tipo pubblico e cambiamenti culturali in grado di orientare i consumi e gli stili di vita verso la Sostenibilità.


Creazione e Supporto tecnico by Web Agency Modena