EASW UE (European Awareness Scenario Workshop)

Il workshop EASW è una metodologia di Workshop di supporto allo sviluppo della Sostenibilità a livello di territori locali, elaborata elaborata in Danimarca e promossa dall’Unione Europea. Lo scopo dell’EASW è quello di aiutare il confronto tra i diversi portatori di interesse presenti sul territorio, nell’ambito di un progetto di sviluppo sostenibile locale ed all’elaborazione di un Piano di azione. Gli stakeholders che vengono tipicamente coinvolti in un EASW appartengono a quattro categorie: il mondo imprese; associazioni e cittadini; Pubblica Amministrazione;  i Tecnici.

 

Obiettivi e approccio EASW

• Le attività principali che si svolgono durante un European Awareness Scenario Workshop sono:• vision making: per far crescere nei partecipanti la consapevolezza dei pro- blemi di cui si sta discutendo e delle conseguenze che le scelte attuali pro- durranno sui futuri stili di vita;

• idea generation: per aiutare i parteci- panti ad identificare risposte concrete alle sfide della sostenibilità nella loro realtà e ad individuare il ruolo che ciascun attore sociale può svolgere per promuovere il cambiamento.

Obiettivo generale di un seminario EASW ®, è quello di simulare le varie tappe tipiche di un processo partecipativo mediante l’alternarsi di fasi di elaborazione di scenari di sostenibilità a fasi di definizione di azioni, modalità operative, ruoli e responsabilità, favorendo momenti di elaborazioni creative a livello individuale parallelamente a momenti di discussione, negoziazione e sintesi tra gruppi eterogenei su potenziali azioni da realizzare.

In particolare, gli obiettivi specifici del seminario di simulazione sono i seguenti:

  • scambiare conoscenze, opinioni e idee tra esperti di tecnologia, amministratori pubblici, rappresentanti del settore privato e delle associazioni imprenditoriali;
  • identificare e discutere l’identità e la diversità di percezione dei problemi e delle soluzioni da parte dei diversi gruppi di partecipanti;
  • identificare e discutere i principali ostacoli che si oppongono ad un modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale ed ambientale;
  • generare nuove idee e direttive per azioni, politiche e iniziative future a livello locale;
  • favorire un dibattito pubblico nella comunità locale su possibili modalità di sviluppo sostenibile nel prossimo futuro.

 

Come si svolge: la struttura di un Workshop EASW

Il seminario di simulazione EASW è una riunione articolata ufficialmente in 2 giorni e mezzo a cui partecipano da 32 a 40 partecipanti di quattro gruppi di interesse diversi:

•            Amministratori

•            Tecnici

•            Cittadini/Associazioni

•            Rappresentanti Mondo delle Imprese

Ciascun gruppo comprende preferibilmente almeno 8 persone.

Per motivi di carattere logistico, di disponibilità di risorse e di tempi a disposizione, il workshop EASW è generalmente svolto in una sola giornata, sebbene 2 giornate sarebbero maggiormente appropriate per ragioni di tempo.

La metodologia EASW si articola in due fasi principali:

Sviluppo di Scenari / Visioni
Proposte di Idee / Azioni.

Nello Sviluppo di Scenari / Visioni i partecipanti dei quattro gruppi devono definire una propria autonoma visione futura (scenario) di sviluppo sostenibile riguardante alcuni ambiti tematici, considerando il ruolo della tecnologia e il ruolo degli attori sociali.

A tal fine è necessario un approccio integrato che tenga conto della complessità e delle interdipendenze che caratterizzano tale visione. Indipendentemente dal tema in discussione, i partecipanti devono definire il più possibile le caratteristiche future di questa visione, a partire dalla quale dovranno successivamente immaginare i modi concreti di realizzazione. In questa fase è sollecitato un lavoro di creatività e simulazione.

Dalle quattro differenti visioni, prodotte dai gruppi omogenei per quanto riguarda la categoria di attori, si individuano gli aspetti comuni trasversali al fine di definire una Visione comune di sostenibilità, che conclude la prima sessione del workshop.

Nella seconda parte del workshop si passa alla Proposta di idee / Azioni, ossia alla formulazione di proposte operative sulle azioni necessarie da intraprendere per realizzare la visione comune definita precedentemente, mediante una suddivisione in gruppi questa volta eterogenei per le categorie di provenienza.

 

 

Creazione e Supporto tecnico by Web Agency Modena